martedì 26 giugno 2007

Figli di una galassia minore

Una recente teoria, allo stesso tempo suggestiva e angosciante, ipotizza che il nostro sistema solare, Terra compresa, non appartenga alla Via Lattea come da tempo ormai abbiamo imparato a conoscere bensì a questo strano ammasso di stelle, diecimila volte più piccolo della prima, chiamato Galassia Ellittica Nana del Sagittario. L'entità celeste in questione è una galassia ellittica che gli scienziati conoscono essere sotto l'influenza gravitazionale della Via Lattea, e che si sta letteralemte sfilacciando fagocitata dalla ingombrante vicina. In uno di questi filamenti ci troveremmo dentro noi, catturati ormai nel piano dell'ellittica della Via Lattea ma generati quindi nel seno di un altra madre. Le osservazioni sulle quali nasce l'ipotesi si basa sull'angolo che il nostro sole compirebbe intorno alla spirale maggiore, differente da quello delle stelle intorno e che quindi sarebbe dovuto ad una direzione iniziale differente, cioè all'orbita polare che l'altra galassia sta compiendo intorno alla Via Lattea (come nella simulazione qui accanto). In definitiva la Terra ed il sistema solare avrebbero avuto origine nella Nana Ellittica del Sagittario (se si dimostrerà vera la teoria propongo di trovare un nome nuovo un pò più rispettoso...), e quando questa ha iniziato a collidere con la Via Lattea volteggiandole intorno, pezzi di filamenti stellari sono rimasti inglobati nella galassia maggiore. Nell'articolo si spingono anche a proporre spiegazioni per una energia solare in eccesso dovuta allo strano moto del sole all'interno della Via Lattea, che porterebbe ad instabilità periodiche come quella che sta contribuendo al riscaldamento globale, ed alla presenza di vita sulla Terra che sarebbe stata favorita proprio dalle condizioni particolari che favoriscono la disponibilità di carbonio, mattone fondamentale per la chimica organica ed il DNA. Tutto questo non ci cambierebbe molto, umanamente parlando, dato che la collisione avviene nell'arco di milioni di anni, forse miliardi, ma ci sposta ancora più dal centro dell'Universo dove eravamo prima della Rivoluzione Copernicana, e ci pone in una posizione precaria, orfani di madre e in un'orbita non ancora ben definita. Ma dopo che la realtà non esiste più, perdere anche una legittima maternità non dovrebbe essere un colpo troppo duro da sopportare.

Approfondimenti:
Il nostro sole è di un altra galassia?, Bad Astronomy
Università della Virginia:

La nostra galassia è un cannibale (in inglese, fonte della foto piccola)
Steven R. Majewski (in inglese, autore dello studio sulla Nana del Sagittario)


sferoscienza

Modificato il 30/06/07 da bandolero

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Non lo so, ma questa cosa mi inquieta parecchio...

gigio

Anonimo ha detto...

questo dimostra come la centralità divina della Terra sia stata una manovra psicologica inculcata nell'umanità da esseri provenienti da uno spazio esterno,spacciatisi come Dei.Senza togliere niente al volere credere o meno ad un Dio Primo creatore, cerchiodiluce.com

Massimiliano ha detto...

Bhè, se dovessi scegliere tra abitare nella periferia di una grande metropoli o di una cittadina di piccole dimensioni... sicuramente sceglierei la seconda... il "problema" è che se la metropoli, nella sua espansione, raggiunge con la periferia la cittadina le condizioni praticamente si equivalgono.
Diciamola tutta: questa storia non cambia un'H al nostro pianeta nè, tantomeno, alla nostra vita... per quando il nostro Sole ci avrà bruciacchiati nel prossimo passaggio di fase (a gigante rossa) prima del suo collassamento definitivo... probabilmente il tutto avverrà in una insignificante periferia delle due galassie. Polvere alla polvere (di stelle).
Siamo e restiamo il nulla di fronte all'immensità cosmica.

Cris ha detto...

La teoria che il sole non appartiene alla galassia della Via Lattea è priva di ogni fondamento.
Vedi:
http://www.badastronomy.com/bablog/2007/06/27/is-the-sun-from-another-galaxy/
http://www.badastronomy.com/bablog/2007/06/28/alien-sun-followup/
http://www.badastronomy.com/bablog/2007/06/29/alien-sun-final-comment/

bandolero ha detto...

@ Chris:

Grazie per gli approfondimenti che hai lasciato; in realtà in tutta la Rete la discussione è molto aperta su questo argomento, e anche nei link che hai trovato si respira l'atmosfera di un dialogo scientifico acceso. Anche io sono un pò scettico che il sole appartenga proprio alla Nana del Sagittario, ma visto come la Via Lattea si è andata sviluppando, ossia come aggregamento di tutti gli agglomerati di materia presenti al suo intorno (processo ancora in atto) è probabile che la materia originale del nostro sistema solare fosse dapprima anch'essa esterna. Per il resto anche l'autore di Bad Astronomy conclude col dirsi certo che perlomeno il Sole non appartenga proprio alla Nana del Sagittario, anche se gli argomenti che porta non mi sembrano così ineccepibili come li dipinge.

Cris ha detto...

La notizia ora è stata smentita anche da Steve Majewski, autore dello studio, come potrai vedere nei link che hai inserito in calce alla notizia.

bandolero ha detto...

Steve Majewski ha precisato di non aver mai detto che il sole appartenga alla Nana del Sagittario, evidentemente il fatto di essere l'autore dello studio sulla galassia nana lasciava fraintendere che quella affermazione fosse sua, mentre è solo la rielaborazione di altri. Comunque ho riportato nel post il link a Bad Astronomy che hai suggerito.
Grazie ancora, e a presto.

Anonimo ha detto...

Macchissenefregaaaa!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...