giovedì 10 luglio 2008

Storia futura del mondo


Assistiamo ogni giorno allo sviluppo di quello che ormai possiamo chiamare la storia dell’era post-moderna, e tutto quello che possiamo vedere per adesso è abbastanza inquietante. Se servisse una data eclatante per la fine della modernità, come la scoperta dell’America ne segna ufficialmente l’inizio, non potrebbe essere altro che l’11 Settembre 2001. La guerra permanente al terrorismo, che non è altro che il conflitto esplicito tra il nostro sistema di vita e quello arabo-musulmano, è combattuta in uno scenario che a livello mondiale si va a definire in nuovi equilibri e relazioni. Senza scomodare Asimov e la Psicostoria di Hari Seldon, non è impossibile proiettare nel medio futuro le tendenze attuali una volta compresi, o per lo meno percepiti, i meccanismi che stanno agendo alla base del sistema complesso e isolato sopra il quale tutti noi camminiamo.


A livello di mera produttività, calcoli ufficiali ci dicono che già nel 2050 i paesi più sviluppati saranno nell’ordine: Cina, Stati Uniti, India. Tale disposizione geopolitica costringerà l’Europa ad una posizione sempre più subordinata alla potenza Americana mentre si prospetta un equilibrio armato tra le due massive potenze asiatiche che si spartiranno l’influenza sull’intero continente.


L’Europa pagherà la politica burocratica che le è stata posta alle fondamenta e che le mina competitività e reattività, generando crisi economiche pesanti che porteranno alla destabilizzazione di alcuni governi, probabilmente quelli in cui la cultura democratica appare più radicata nella storia (Francia, Inghilterra). La concomitanza del verificarsi della perdita di influenza europea dovuta al disallineamento di alcune nazioni insieme al cambiamento culturale nella dirigenza statunitense, che con Barak Obama presidente nel 2009 azzera qualsiasi residuo di dipendenza psicologica dal vecchio continente, determinerà infatti un peso politico sempre più defilato dell’Unione Europea fino a tornare ad essere terra di conquista.


La Russia in questo frangente sarà costretta ad alzare barriere economiche e militari per proteggere la sua produzione, radicalizzando un potere dispotico che perdurerà per una parte importante del secolo.


Israele verrà distrutta da uno dei governi fuori da ogni controllo che avranno avuto accesso alle tecnologie militari nucleari dell’Iran, o dall’Iran stesso, in seguito ad un tentativo occidentale di un attacco preventivo diretto alle postazioni nucleari di quelle nazioni; attacco destinato a non essere efficace a causa della partecipazioni dei soli Stati Uniti affiancati dalle residuali forze europee.


La Terza Guerra Mondiale sarà rapida e disastrosa; le tensioni sommerse dovute ai trattati energetici troppo a favore delle nazioni leader nel Ventesimo Secolo e ormai insostenibili con il petrolio a mille dollari al barile, spingeranno le nazioni una volta chiamate emergenti a rovesciare l’equilibrio geopolitico attraverso l’invasione dell’Europa del Sud, Italia compresa.


Gli Stati Uniti a questo punto non rispetteranno il Patto Atlantico per non compromettere la propria, instabile, economia e si limiteranno a partecipare al tavolo del nuovo trattato, che con tutta probabilità vista la centralità nelle aree interessate verrà redatto a Roma.


Il Nuovo Trattato di Roma sancirà l’aspetto del Vecchio Continente con una costituzione imposta basata non sul sistema bancario ma su quello produttivo, e verrà sperimentato un modello di economia basato sulla autosufficienza energetica ed economica possibile grazie a tecnologie moderne ed ecologiche; questo modello verrà a pesare inizialmente sul potere d’acquisto dei cittadini europei che dovranno far fronte ad una evidente riduzione del loro tenore di vita.


La Chiesa Cattolica così come la conosciamo scomparirà in quanto non verrà data continuità allo Stato Pontificio e non verrà eletto un nuovo Papa alla morte dell’ultimo ormai in esilio, probabilmente in Portogallo data l’alta percentuale di fedeli, dove continuerà ad esistere una struttura clericale senza però nessuna ufficialità riconosciuta.


Ginevra ed il CERN verranno tenuti in un distretto territoriale separato e conoscerà un lungo periodo di commissariamento internazionale al fine di garantire l’accesso alle enormi scoperte scientifiche collegate alle sperimentazioni effettuate con il Large Handron Collider, il gigantesco acceleratore di particelle entrato in funzione all’inizio del secolo e ora, potenziato di alcuni ordini di grandezza, operante a pieno regime.

Alcune di queste scoperte consentiranno tra l’altro lo sviluppo di una tecnologia in grado di creare computer quantistici funzionanti milioni di volte più rapidamente dei supercomputer di inizio secolo. Questo darà l’avvio ad intelligenze artificiali che verranno utilizzate dai governi e dai laboratori di ricerca per sperimentare modelli governativi e tecnologici, risolvendo in pochi decenni i problemi di fabbisogno energetico e di risorse alimentari globali.


A questo punto l’Europa, prima a beneficiare delle ricadute tecnologiche di queste tecnologie, riassumerà una posizione centrale trai pesi mondiali grazie all’esportazione del know-how acquisito a spese del suo tenore di vita.

La disponibilità di risorse attenuerà lo stato di indigenza delle popolazioni sottomesse a regimi dittatoriali o religiosi e favorirà lo sviluppo di una coscienza sociale che dopo alcune violente rivoluzioni porteranno all’instaurarsi di regimi democratici.

Si prospetta un nuovo periodo di pace basato su equilibri rinnovati e su economie sostenibili, che aprirà il sipario sul ventiduesimo secolo.


sferoracconti


5 commenti:

Muttley ha detto...

Ciao
scusa se sono fuori tema
ma ho visto da Blogitalia che questo sito è inserito come scritto dalla città di Tenri
Ho da poco cominciato
a raccogliere in un blog
gli articoli della stampa, i comunicati ed i commenti
su Terni e sto invitando tutti gli editori di altri blog,
i titolari di associazione e
tutti coloro che hanno interesse a scrivere sulla città a partecipare.
Il blog è Terni Mania
Spero che la proposta di diventare uno scrittore ti possa interessare, per ricevere l'accredito basta lasciare un commento qui con una mail.
Scusa ancora per il disturbo e spero di vederti presto fra gli scrittori di Terni Mania.

Dimenticavo l'invito è rivolto a tutti coloro che scrivono in questo tuo blog, noi siamo in già in nove,
e spero veramente che Terni Mania possa diventare un luogo dove far crescere la coscienza civica e discutere dei problemi della città

Un saluto
Muttley

bandolero ha detto...

Una Domenica d'agosto Tina inviò questa articolata risposta in posta di Sferoidale

dopo l'annuncio che siamo 'oltre il futuro' torni indietro???

(sigh!! mi sono cascate le braccia.................)

come Cassandra del XXI secolo, non hai brillato per fantasia!
la 'storia futura del mondo' che hai scritto non è affatto futura: hai solo - pari-pari - ricalcato schemi che l'uomo applica da prima dell'inizio dei tempi: dunque, quale 'futuro'?????????

se continuiamo ad ipotizzare scenari ove necessariamente non esite alternativa al CONFLITTO (leggi anche: COMPETITIVITA', RE-AZIONE; etc.etc.) sia esso economico che ideologico, quale futuro stiamo programmando???

visto che ti è molto chiaro che: 'LA MENTE CREA LA REALTA' (ovvero che nel Multiverso tutte le realtà possibili sono presenti contemporaneamente ed è la nostra scelta, in qualità di osservatore, che 'collassa' la realtà) bisogna un attimo SVECCHIARE i SISTEMI DI PENSIERO e alzare lo sguardo su un orizzonte realmente NUOVO e DIVERSO, se non vogliamo continuare a collassare ciò che ampiamente ci circonda......

ti ricordi il termine 'satana' da cosa deriva?
dalla radice araba: el-shatan, che significa: SEPARARE.
(non sono sicura che si scriva così, ma il significato è certo)

SEPARARE: il problema è solo questo.
l'apparente insanabile conflitto tra il mondo arabo e l'occidente 'mette in scena' (ovvero: ci mette sotto il naso, così che non possiamo non vederlo!!!) questo schema di pensiero dominante da cui tutti siamo segnati (preferirei dire: CONTAMINATI) ...
è una MATRICE ANCESTRALE che siamo chiamati ORA e VELOCEMENTE a MODIFICARE.
se non facciamo - tutti insieme!!! - questo passo: POUFF!!! 'non c'è più trippa per gatti'
il sistema collassa e si autoelimina.......

finché i nostri pensieri saranno dominati da questa SENSAZIONE di SEPARAZIONE, continueremo a GENERARE CONFLITTO: dobbiamo avere il CORAGGIO di sperimentare un VISIONE COMPLETAMENTE NUOVA, quella del 'TUTTO E' UNO' che come ben sai è fortemente avallata dalle scoperte recenti e dalle teorie avanzate della fisica dei quanti (non località, universo olografico, etc.etc.) per non dire che è l'identica visione che hanno divulgato tutti i grandi Profeti della Terra e che, tanto per nominare il solito cult-movie, viene chiaramente intuita da Neo nel suo 'duello' terminale: l'unica che permetterà la vera conclusione....

se ancora non abbiamo fatto questo passo è solo per PAURA: accettare queste nuove ipotesi significa - necessariamente!! - rivedere completamente gli accadimenti della nostra storia personale e scoprire che le dinamiche sin qui accadute hanno un significato completamente diverso rispetto a ciò che gli avevamo attribuito; e, soprattutto, che era già in noi la possibilità di 'creare' una nostra storia diversa: il che equivale ad ASSUMERSI LA RESPONSABILITA'.
ecco perché parlo di coraggio...

ma, alla luce di ciò che hai scritto il 10 luglio, abbiamo delle alternative???
l'ultima parte, quella vagamente ottimista in cui ipotizzi una tecnologia avanzata che ripristina alcuni equilibri a favore dell'umanità, non potrà giungere attraverso la strada di un ulteriore conflitto mondiale, di un ulteriore 'sconquasso' economico (peggio di quello già in atto??).......
lo sai bene........

ma tvb1sacco, perché con quello che scrivi forse qualche 'sonnacchioso' alza la palpebra pesante e dando un'occhiata si incuriosisce e forse pensa: basta dormire, è ora di fare qualcosa........

il tempo è velocissimo: e se da un lato questo può sgomentare, è pur vero che in questo frangente POSSIAMO TRASFORMARE in 'TEMPO REALE' (leggi: Multiverso) ciò che nel passato necessitava di lustri e secoli per essere modificato.

dobbiamo CAVALCARE L'ONDA: non c'è altro da fare...

dunque facciamo un appello a tutti gli ESPERTI di SURF e WINDSURF affinché si facciano riconoscere e si prestino ad una serie battente di 'CORSI ACCELERATI' per istruire quanti più volontari e volenterosi possibile...
(una quantità, al minimo, pari al NUMERO CRITICO)

;- )) LA VIA C'E': BASTA PERCORRERLA!!!!!!!!!!!!!!l

Bes. Tina.

bandolero ha detto...

@Tina

La presunzione di ispirarmi alla Psicostoria, creazione della fervida fantasia asimoviana, mi permette di rispondere con gli argomenti di Hari Seldon e cioè che la sua scienza basata sulla statistica trova corrispondenza nella realtà fin quando non compaiano delle discontinuità improvvise, non prevedibili sulla base del trascorso. Nella serie della Fondazione la discontinuità era il Mule, da noi potrebbe essere la consapevolezza raggiunta dal numero critico, oppure qualcosa di non prevedibile che potrebbe accadere (da qui al 2012?). Auspico certo che le nostre consapevolezze riescano a deviare la freccia del mondo, che sembra per ora puntare nella direzione oscura.

besotes

Anonimo ha detto...

e in questo contesto i rettiliani dove li mettiamo?

aquatarkus ha detto...

Francamente non la vedo così semplicemente spazzare via Israele. Soprattutto considerando il fatto che è una delle nazioni più avanti nello studio di armi antimissile a energia diretta, e secondariamente perché una bomba A su israele scatenerebbe una resa dei conti micidiale visto che l'arsenale non dichiarato di Israele ammonta ad almeno 60 testate nucleari.
L'europa la vedo messa meglio di quanto non sembra e anche i mercati coccolando l'euro sembrano saperlo. E' probabile anzi che ci sia in futuro una solida alleanza con la Russia, vedi ultimo numero di Limes.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...